Legge 17 febbraio 2012, n. 10: abrogato l’obbligo di depositare l’istanza di prosecuzione del giudizio.

Attività normativa – Provvedimenti urgenti per carcere e processo civile
22 febbraio 2012

Sono leggi in vigore dal 21 febbraio 2012:

– con modificazioni, il decreto-legge 22 dicembre 2011, n. 211, recante interventi urgenti per il contrasto della tensione detentiva determinata dal sovraffollamento delle carceri.

– con modificazioni, il decreto-legge 22 dicembre 2011, n. 212, recante disposizioni urgenti in materia di composizione delle crisi da sovraindebitamento e disciplina del processo civile.

Link al Ministero della Giustizia con le schede dei provvedimenti.

Elezioni Ordine Avvocati di Roma: i risultati del ballottaggio

Di seguito i risultati del ballottaggio delle elezioni del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma. Ai neoeletti congratulazioni ed un caldo in bocca al lupo per il duro lavoro che li attende.

Galletti 4330
Cassiani 4149
Di tosto 4143
Cere’ 4130
Scialla 4078
Conte 3991
Santini 3903
Bolognesi 3813
Bruni 3702
Mazzoni 3624
Minghelli 3596
Nicodemi 3583
Condello 3567
Stoppani 3558

Abolizione tariffe forensi: anche il Tribunale di Roma si adegua.

Il Presidente del Tribunale di Roma con provvedimento del 9 febbraio ha rimesso a tutti i magistrati del Tribunale Ordinario di Roma una direttiva che raccomanda agli stessi di indicare provvisoriamente quale criterio orientativo di riferimento della determinazione dei compensi, la previgente tariffa professionale degli avvocati.

 Trib. Roma tariffe 9 febbraio

Roma: domani Uffici Giudiziari chiusi, ma dalle 14!

Le Istituzioni, rette dalle migliori menti della nostra Nazione, non finiscono mai di stupirci: domani, in concomitanza con il divieto di circolare in motorino dalle 6 di mattina, gli Uffici Giudiziari vengono chiusi dalle 14! Il risultato (spero di sbagliarmi) sarà che tutti quelli che, come me, ogni giorno vengono con lo scooter, prenderanno l’automobile per andare in Tribunale dove magari scopriranno un bel rinvio d’ufficio per l’assenza del Giudice, e poi si ritroveranno in simpatica compagnia, come venerdì scorso, bloccati nel traffico per tornare a casa quando inizierà a nevicare.

ordinanza 9 febbraio

Abolizione delle tariffe: nota congiunta del Tribunale e della Corte d’Appello di Milano

Come noto, il c.d. decreto liberalizzazioni (che io reputo un provvedimento demagogico e assolutamente inutile), tra le altre cose ha abolito le tariffe forensi, prevedendo che la liquidazione delle spese giudiziali dovrà essere parametrata ad un misterioso decreto ministeriale, che ovviamente a tutt’oggi non esiste. In pratica, ha creato un vuoto normativo a seguito del quale, tra le altre iniziative prese da altri Tribunali, nella giornata del 3 febbraio  il Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Milano, Paolo Giuggioli, ha incontrato i Presidenti della Corte d’Appello e del Tribunale di Milano per discutere delle difficoltà emerse per l’applicazione delle disposizioni in materia di liquidazione dei compensi degli avvocati contenute nel decreto legge 24 gennaio 2012, n. 1.

A seguito dell’incontro, i Presidenti di Corte e Tribunale hanno rilasciato una nota a firma congiunta, che alleghiamo di seguito, in cui, quali criteri orientativi di riferimenti per la liquidazione dei compensi, vengono indicati provvisoriamente i parametri ricavabili dalle previgenti tariffe professionali degli avvocati.

A Roma, per ora, nulla è stato fatto.

Nota Milano tariffe forensi.

Abolizione delle tariffe: il Tribunale di Cosenza rinvia alla Consulta (dal sito del Sole 24 Ore)

Dal sito del Sole 24 Ore:

“Dopo l’abrogazione delle tariffe forensi da parte del Dl liberalizzazioni – il cui iter in commissione Giustizia al Senato ha ricevuto ieri un primo stop – il rischio, ampiamente annunciato dal Cnf, è quello della “paralisi dei procedimenti di liquidazione in sede giurisdizionale”. La norma, infatti, prevede che, cassate le tariffe, il giudice debba prendere come riferimento i “parametri” fissati con un apposito decreto dal ministero della Giustizia. Il decreto però non c’è, e così il tribunale di Cosenza, ordinanza 1° febbraio 2012, ha sospeso la decisione sulle spese, rinviando i commi 1 e 2 dell’articolo 9 del Dl 1/2012 alla Corte costituzionale, per violazione degli articoli 3, 24 e 111 della Carta”

Effettivamente, di solito in un Paese normale (come è difficile qualificare l’Italia), al di là della valutazione di merito sull’abolizione delle tariffe forensi, già per se discutibile, di solito si procede al contrario o quanto meno, si provvede comporaneamente a emettere i provvedimenti necessari. Mi spiego meglio: non sarebbe stato meglio avere il decreto ministeriale (quello che dovrebbe stabilire i parametri che dovrebbero utilizzare i Tribunali) già pronto, prima di abolire le tariffe e creare così un clamoroso vuoto? Ma a questo, il Governo dei geni non ha pensato. E così, ci troviamo in questa situazione, che definire assurda è poco: nessuna definizione delle spese legali in sentenza, impossibilità di redigere atti di precetto, come di preparare le parcelle per il gratuito patrocinio….

Articolo del 2 febbraio 2012

 

Elezioni Ordine Avvocati di Roma: i risultati del primo turno.

Candidato  totale votanti 7.327
1 VAGLIO    4.248 (già eletto al primo turno)
2 GALLETTI   3.181
3 CASSIANI   3.157
4 CERE’    3.075
5 CONTE    3.070
6 DI TOSTO   3.055
7 SCIALLA    2.762
8 SANTINI    2.582
9 BOLOGNESI   2.529
10 BRUNI    2.498
11 MAZZONI    2.474
12 NICODEMI   2.408
13 MINGHELLI   2.407
14 CONDELLO   2.384
15 CAIAFA    2.359
16 STOPPANI   2.296
17 NESTA    2.221
18 GIACCHETTI   2.214

risultati prima votazione